Spagnolo Inglese Francese Tedesco Italiano Portoghese Russian

(Traduzione automatica)

Conclusioni 1ª Giornata Internazionale della Sicurezza Stradale

Isola di La Palma, 13 e 14 maggio 2003

Nuovi approcci nella creazione di Piani Integrati di sicurezza stradale

Madrid, Luglio 2003.-

1. Il traffico incidente è diventato uno dei più gravi problemi di salute delle società moderne e, anche se gli sforzi e le risorse dedicate al miglioramento della sicurezza stradale sono aumentate in modo significativo negli ultimi anni in tutto il paesi occidentali, c'è ancora molta strada da fare in questo campo.

Secondo il Parlamento europeo, muoiono ogni anno sulle strade del popolo dell'Unione 42.000, e 1,7 milioni rimangono ferite in vari gradi. Un rientro il cui costo socio-economico superiore 160.000 milioni di €, quasi 2% del lordo comunitario prodotto interno.

In Spagna e l'anno scorso 4.026 morte in incidenti stradali, lesioni gravi e 1.958 1.918 minori sono stati contati in un totale di vittime 3.434.

2. Queste cifre contengono un essere umano quasi non quantificabile, dramma sociale ed economico, un dramma che richiede misure urgenti ed efficaci. In questo senso, la collaborazione tra le varie amministrazioni che hanno qualche responsabilità per il materiale su strada (sia per quanto riguarda l'infrastruttura in sé e in termini di traffico stradale e dei veicoli) sta emergendo come una formula essenziale per il raggiungimento di risultati positivi in ​​termini di sicurezza flaconcino.

3. Inoltre, lo sviluppo di metodologie e procedure tecniche applicabili alle infrastrutture e il veicolo, e la generalizzazione delle nuove tecnologie telematiche nel settore dei trasporti stradali sono linee di lavoro che contribuiscono ad alti livelli di sicurezza. La Direzione Generale del Traffico e altre amministrazioni stanno facendo sforzi significativi in ​​tal senso.

4. Un altro strumento che è stato mostrato molto efficace nella lotta contro gli incidenti stradali sono piani globali per la sicurezza stradale, che iniziano ad essere sviluppato negli anni Settanta sotto gli auspici dell'OCSE (Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico).

5. Tuttavia, negli ultimi anni si può vedere, insieme a una certa lentezza nello sviluppo e attuazione di tali piani, una mancanza di coerenza concettuale contenuto derivato dalle diverse metodologie che ogni paese utilizza per la sua preparazione. L'attenta analisi di tutti i piani in corso o completati, si può concludere che coloro che cedono più alti livelli di successo sono quelli che sono stati quantificati sono stati introdotti gli obiettivi e le strategie di gestione.

6. Ma le differenze di entrambi gli aspetti teorici e pratici non si trovano solo nei programmi provenienti da diversi paesi. Nel caso della Spagna, alcune comunità autonome hanno fatto nei loro completi metodologie di sicurezza piani di strada da superare, dal punto di vista tecnico, anche chi ha gestito l'OCSE stessa, alcuni obiettivi importanti come i casi dei Paesi Baschi (ridurre il numero di morti in 20 2006% verso l'alto) e Catalogna (uno 15% in calo in tre anni), e molti con ottimi risultati, come Valencia.

In questo senso, il Consiglio superiore per la sicurezza del traffico e la circolazione stradale, una organizzazione che ha lavorato sul miglioramento della sicurezza in quanto 1976 può e deve evolvere in futuro a diventare il più alto organo di coordinamento nella definizione di metodologie per la preparazione di tali piani.

7. audit della sicurezza stradale sono presentati come un buon meccanismo di gestione. In quello che riguarda la costruzione di nuove strade, questa procedura può essere attuata ad un costo abbastanza ragionevole (circa 10% del costo totale del lavoro), con relativa facilità a breve termine, e quindi le diverse politiche sono orientati di incidente da parte della Commissione europea.

Per quanto riguarda le strade già in servizio, l'introduzione di questo sistema di gestione sarebbe più lento, anche se è perfettamente fattibile.

8. Inoltre, durante la conferenza ha dimostrato che gli aspetti normativi che interessano il traffico sono essenziali per la sicurezza stradale, ma non abbastanza.

9. È necessario combinare molti altri fattori, e in questo senso, i media possono svolgere una coscienza sociale determinante della carta problema. Un buon esempio è il nuovo spagnola programmi TV monotematico, con un pubblico di sei milioni di telespettatori al giorno.

10. L'isola di La Palma ha aderito a questa riduzione degli incidenti corrente attraverso azioni su tutti i fronti. Così, oltre ad un aumento degli investimenti in infrastrutture, un'iniziativa molto importante, ma non sufficiente di per sé, se non è accompagnata da azioni su altri aspetti, la mortalità Piano Zero dell'isola di La Palma comprende l'utente come un elemento attivo miglioramento della sicurezza dei processi, di socializzazione, in tal modo, il problema degli incidenti stradali.

A questo punto va ricordato che le strade di La Palma hanno livelli simili a quelli della cauzione Olanda, Regno Unito e Svezia.

11. piani di sicurezza come si sviluppa a La Palma può affrontare il problema in modo olistico, che coinvolge la società nel suo insieme, nei settori pubblici e privati.

12. Il coinvolgimento degli utenti diretto e attivo in completa sicurezza piani di strada è fondamentale per il loro successo, una premessa che ha preso in considerazione un certo numero di autorità spagnole in cui territori sono lanciati tali iniziative.

13. Attualmente, il mondo sta vivendo trasformazioni rapide e decisive della strada, e noi dobbiamo cogliere questa opportunità storica per dare un radicale delle condizioni generali di accessibilità, la mobilità e la rotazione della sicurezza.

14. Tutta la società e tutte le sue istituzioni, pubbliche e private, si trovano ad affrontare in questo momento una sfida straordinaria per ridurre gli incidenti stradali. Mi auguro che nel prossimo futuro si assisterà il successo di questa azienda.

Aniceto Saragozza Ramirez
Direttore Generale della Strada Associazione spagnola
relatore generale

Spagnolo Strada Association
Goya, 23 - 4º destro.
28001 - MADRID (Spagna)
Tel.: (34) 91 5779972
Fax: (34) 91 5766522
E-mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

I cookie ci permettono di offrire i nostri servizi. Utilizzando i nostri servizi, l'utente accetta di utilizzare i cookie. Vedi la politica sui cookie