Spagnolo Inglese Francese Tedesco Lezioni Portoghese Russian

(Traduzione automatica)

Benigno Blanco fa appello alla solidarietà "intra-europea" per garantire connessioni attraverso i Pirenei

Benigno Blanco fa appello alla "solidarietà intra-europea" per garantire i collegamenti attraverso i Pirenei

Il Segretario di Stato per le infrastrutture Ministero dello Sviluppo ritiene indispensabile raggiungere un accordo con la Francia per evitare la penisola iberica resta isolata dal resto d'Europa.

Pamplona, ​​Ottobre 15 2002 e 2000 2010.- tra il Ministero dei Lavori Pubblici prevede di investire in strade ad alta capacità pari a 39.000 milioni di euro, 38% del bilancio totale del piano di infrastrutture. Secondo questa mattina ha detto Benigno Blanco, durante la cerimonia di apertura del XXIV Strada Week che si tiene a Pamplona da oggi fino al prossimo Venerdì-, il finanziamento delle misure previste in questo piano "è garantita" da un lato, attraverso i fondi europei dell'Agenda 2000 negoziate a Berlino, con un totale di 13.000 milioni di euro tra 2000 e 2006; e in secondo luogo, con le voci di bilancio generale dello Stato per 2003.

"Ci auguriamo che questo sforzo è proseguito attraverso accordi con i paesi limitrofi al nostro, e ottenere i vecchi confini non sono un ostacolo alla vera e propria interconnessione tra tutti i paesi dell'Unione Europea". Per il Segretario di Stato per le infrastrutture, "ogni ostacolo che viene fissato arbitrariamente per ritardare o impedire lo sviluppo delle comunicazioni transfrontaliere e trans seriamente limitare le capacità produttive ed economiche dell'Unione".

Attualmente, e come rivelato nella stessa sede il vice direttore degli investimenti in Autostrade Direzione Generale delle Strade di Francia, Thierry Louis, le priorità del governo francese nel settore dei trasporti si rivolgono principalmente le modalità ferroviarie e marittime . Nel paese vicino c'è una forte pressione sociale che ha fatto la strada "modalità da evitare come, alla ricerca di soluzioni meno dannose."

La complessità della legislazione ambientale gala e importanti differenze tra la gestione e il finanziamento di strade sistemi in entrambi i paesi ostacolare i negoziati. "Una delle grandi battaglie che rimangono dalla Highways Agency è il decentramento delle competenze della strada, al fine di ottenere una maggiore livello di gestione a livello regionale. Questo trasferimento di competenze alle Regioni potrebbe essere un cambiamento di corrente politiche stradali nei Pirenei ", ha detto Louis.

Ma la verità è che, mentre le politiche di una linea e di un altro paese cercano di trovare un terreno comune, le previsioni più ottimistiche indicano che in meno di venti anni il volume delle merci trasportate tra la penisola iberica e il resto d'Europa esso aumenterà di circa 120 milioni di tonnellate.

Di fronte a questa situazione, il rappresentante della Direzione generale francese delle Strade insiste riequilibrio modale come la soluzione migliore. Dello stesso avviso è la direzione generale dell'Energia e dei trasporti, reti transeuropee, la Commissione europea, il direttore, gli spagnoli Alfonso Gonzalez Finat, ha detto il trasporto ferroviario come la chiave per risolvere i problemi di congestione che esistono in diverse sezioni la rete stradale transeuropea.

Come indicato nel Libro bianco sui trasporti della Commissione fino 2010 traffico pesante in aumento nell'UE 50%. "Di fronte a questa situazione preoccupante -HA sostenuta Finat- González, la CE ha messo sul tavolo una serie di misure volte a concentrare le priorità sulla ferrovia. In effetti, tra le proposte non grande progetto strada non è contemplato."

In ogni caso, il contenuto del Libro bianco sui trasporti è attualmente in discussione al Parlamento europeo e al Consiglio economico e sociale, e nel mese di novembre, come annunciato da Alfonso Gonzalez Finat, iniziare a lavorare un gruppo di alto livello consigliare la Commissione sulle misure da adottare per risolvere i problemi che sono stati descritti.

Spagnolo Strada Association
Goya, 23 - 4º destro.
28001 - MADRID (Spagna)
Tel.: (34) 91 5779972
Fax: (34) 91 5766522
E-mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

I cookie ci permettono di offrire i nostri servizi. Utilizzando i nostri servizi, l'utente accetta di utilizzare i cookie. Visualizza la politica